• Mer. Set 28th, 2022

ACCADDE OGGI – 2 Agosto 1950 Strage di Bologna

“La destra in armi” di Giorgio Cingolani

2 Agosto 1980 alle ore 10.25 una bomba esplode alla stazione di Bologna causando 85 morti e 200 feriti.

2ago1980-TOPNEWS

[…]La mattina del 2 agosto è sabato.  A Bologna la stazione ferroviaria è strapiena.

Oltre ai bolognesi, vi sono centinaia di altre persone italiane in procinto di partire per le ferie estive; qualcuno aspetta la coincidenza, altri stanno facendo il biglietto, ci sono giovani con gli zaini alle spalle.

3b9b685d-b813-41ad-8b98-ae4d46f3bd2eE’ un’immagine reale dell’Italia vacanziera.

8Il capostazione Scarpellini sta per dare il segnale di via libera a un treno proveniente da Ancona e diretto a Basilea: il treno è in ritardo di un’ora e i passeggeri sono tutti ai finestrini, esausti per il gran caldo.

strage_di_bologna_10All’improvviso un boato, una fiammata nera dai risvolti giallo e arancione, una colonna di fumo.   Dalla stazione cominciano a risuonare urla strazianti. I volti delle persone sono <<stravolti, storditi, ricoperti dalla polvere e dai calcinacci lanciati da un enorme vulcano che ha improvvisamente sventrato la sala della seconda classe, quella con l’aria condizionata, dove hanno cercato refrigerio decine di viaggiatori>>.

strage-bologna-25L’esplosione distrugge la sala d’aspetto di prima e seconda classe, il centralino della stazione, la tettoia del primo binario: una tempesta di proiettili di pietra e ferro investe decine di passeggeri e il treno per Basilea.

La più grave strage dell’Italia repubblicana è compiuta.

Soccorsi-2agosto1980Dopo i primi minuti comincia la sarabanda delle autoambulanze e dei pullman, una confusione impressionante, i feriti vengono portati al Policlinico di Sant’Orsola, all’Ospedale Maggiore, ad altri ospedali vicini.

Pertini-a-bologna-1980Durante il pomeriggio arriva a Bologna il Presidente Pertini mentre nella città sgomenta si sta facendo strada l’ipotesi di una nuova strage di matrice neofascista; Bologna è stata colpita nell’intimo, e la mente va a sei anni prima, quando un’altra bomba, a pochi chilometri di distanza, aveva provocato tredici vittime sul treno Italicus[…] pp. 101

Strage di Bologna, i TG dopo l’esplosione

Disponibile presso la BIBLIOTECA NAZIONALE UIL ARTURO CHIARI

Giorgio Bertuzzi Campreciós

Tecnico e Sistemista Informatico delle Telecomunicazioni di Reti di Trasmissioni Dati e del Radiomobile, ingegneria della Comunicazione Telefonica, Webmaster per Wordpress & Joomla & Drupal; cura lo sviluppo e il mantenimento del sito internet dell'Istituto Studi Sindacali Italo Viglianesi della Bibliteca Arturo Chiari e dell'Archivio Storico della UIL.

Pin It on Pinterest